Ti piace l’idea di lavorare dietro le quinte montando video, documentari e film? Allora qui troverai tutte le dritte che ti servono su come diventare un montatore video, con un focus particolare sulla carriera scolastica più appropriata, e qualche interessante suggerimento sui corsi da seguire e le abilità che questa occupazione richiede.

Chi è il montatore video e quali competenze deve avere?

Il lavoro del montatore video non è certo semplice ma può dare enormi soddisfazioni. Non si tratta infatti solo di montare scene girate ed associare ad esse una musica o un audio adatti, è necessario infatti anche rispettare le direttive del regista o del produttore, avere abbastanza fantasia per creare ed amalgamare le sequenze in modo coinvolgente e una buona base tecnica.

Cosa deve avere un montatore video dunque per sperare di riuscire a fare carriera? Innanzi tutto la conoscenza del computer è obbligatoria. Nell’epoca del digitale, verso cui il settore cinematografico si è ormai completamente orientato, se non si sanno usare i PC non si va lontano.

Per poter fare un lavoro consono è inoltre importante conoscere i linguaggi di televisione, cinema o di qualunque altro medium su cui il montato verrà diffuso. Parlando di competenze tecniche invece viene richiesto agli aspiranti montatori video di padroneggiare software di montaggio (i più noti sono Avid, Adobe Premiere, Final Cut), ma anche quelli dedicati all’ editing di immagini (fra cui Photoshop, After Effects, Flash, Maya).

Avere competenze anche in ambito di realizzazione di riprese, regia e post produzione, sicuramente è un plus notevole che può aiutare a fare carriera.

Quali scuole bisogna frequentare per diventare montatore video?

Pur non esistendo un vero e proprio indirizzo di studio canonico per diventare montatore video, è possibile seguire alcuni percorsi specifici, che diano un’infarinatura generale sulle tecniche di comunicazione visiva. Una buona scelta per il liceo, ad esempio, può essere l’artistico, scegliendo poi l’indirizzo Audiovisivo e Multimediale, oppure un istituto tecnico focalizzato su grafica e comunicazione .

Parlando di Laurea invece è consigliabile il DAMS (Discipline Arte Musica e Spettacolo) all’indirizzo Televisione e Nuovi media. Ma le reali competenze possono essere acquisite solo tramite corsi professionali specifici e molta pratica. Alcune di queste proposte formative ti aiuteranno ad entrare in contatto col mondo della televisione e del cinema con tirocini e progetti reali su cui lavorare.