Ognuno di noi ha “quel” collega di lavoro che viene nominato quando si pensa a qualcuno che rovina il tuo lavoro con il suo atteggiamento. La natura nociva del vostro rapporto è alla base dei problemi che nascono, o che sono nati, sul posto di lavoro.

Quel collega incarna ogni tipo di persona che devi evitare, non solo nel campo del graphic design, ma in generale nella tua vita.

Se hai cominciato da poco, probabilmente l’hai già incontrato, ma ce n’è un esercito lì fuori, quindi io ti elenco alcuni profili, in modo da evitare questi soggetti.

Non c’è di che! 😉

Graphic designer da evitare

Il ‘creativo’ bloccato

Quando capisci che qualcuno che lavora insieme a te non ha molto talento, non giudicarlo male, magari tu continua fare il tuo lavoro, e lascia a lui fare il suo. Solo che poi può succedere che quando i vostri progetti si incontreranno, sicuramente succederà che tutto ciò che per te “Si può fare” per lui sarà “E’ impossibile!”.

Ciò che devi fare è circondarti di persone creative e intelligenti. Personaggi che aspirano a migliorare il livello attuale delle cose, che spingono in avanti le tue possibilità e abilità, che insomma, ti faranno migliorare.

L’egocentrico

Queste persone egocentriche non capiscono mai quando sono nel torto. In questo modo, se hai cominciato a lavorare da poco, faranno affidamento solo sulle loro conoscenze e aspirazioni, e sopprimeranno le tue,  nel frattempo.

La propria autostima crescerà, e la tua no. Per essere precisi: che i creativi abbiano orgoglio e ego da mostrare è cosa normale, e anche spesso positiva. Non c’è però bisogno di essere un mostro da evitare. Tu sei meglio di così.

Non solo colleghi, ma ci sono anche clienti da evitare per restare sani di mente!

La vittima

Lo riconosci al volo: tutte le sfortune succedono a lui, non c’è giustizia in questo mondo, ecc. La solita routine. Se avere amici così è tollerabile, e ci possiamo passare sopra spesso e volentieri, questo non deve accadere sul lavoro. Non hai bisogno di loro e liberatene il più presto possibile, perché altrimenti ti trascineranno con loro.

Può sembrare ovvio, ma lavorare con persone positive e ottimiste tende a sollevare il morale di tutto il team, e viceversa. Trova queste persone e tienitele strette: renderanno il tuo lavoro più bello, tollerabile.

Il maniaco del controllo

Fin da piccoli ci hanno insegnato che se non segui le regole, vieni punito. Quindi tu segui le regole e ti aspetti che anche gli altri lo facciano. Succede però che non tutti seguano le regole, e se te la prendi sul personale e ti arrabbi, allora sei un maniaco del controllo.

Questa figura è da evitare, soprattutto nel campo creativo. Sono quelle persone che si siederanno alle tue spalle e ti indicheranno dove inserire quel vettoriale, o spostare di un pixel l’immagine, soffocando la tua creatività nel processo.

Il graphic designer che lavora con o sotto un maniaco del controllo, non sarà mai sano di mente. Piuttosto, cerca di lavorare con o sotto qualcuno che capisca il processo creativo e che sanno di cosa hai bisogno. In questo modo, avrai evitato il maniaco del controllo.

Gli invidiosi

Questi ultimi sono subdoli, quindi stai attento. Se dimostrano di non avere alcun talento, queste persone usciranno dal luogo di lavoro e diranno il falso su di voi e il vostro lavoro.

In un primo momento, si presentano come simpatici e solidali, ma sotto sotto il loro comportamento è una gelosia tossica che soffocherà la tua crescita.

Se mai ti dovesse venire offerta una promozione o ricevere lode da un superiore, cercheranno di sminuire l’evento. Circondati di persone che non sono invidiose di quello che fai, ma che sono veramente solidale dei tuoi talenti creativi.

Sono quelli che ti sosterranno, e che ti mostreranno la gioia autentica verso i tuoi riconoscimenti, e che sanno che hai ottenuto il successo meritatamente.

Esistono miti da sfatare nel graphic design. Ecco quali sono!

Il bugiardo

Spesso capita di incrociare nella propria strada persone bugiarde. Spesso hanno buone intenzioni, ma ricadono in questo difetto costantemente. E diventano un fardello sui vostri sogni creativi. Ala fine, le loro bugie verranno a galla, e la vostra nave affonderà. Il problema è che non riconosci un bugiardo subito, ma se cominci a vedere qualche segnale nella fase iniziale, tronca la relazione: risparmierai molto stress alla lunga.

Il pigro

Le scorciatoie sono una cosa, procrastinare è un altra cosa, ma essere pigri è una vera e propria palla al piede. Perché se hai a che fare con una persona pigra, ti metterà davanti sempre meno di quello che poteva dare, o di cui tu avevi bisogno. Suona scadente, vero?

Ora il consiglio è piuttosto ovvio: trova lì fuori una persona produttiva, lavoraci insieme e non abbandonarla. Non scaricherà il suo lavoro su di te, e ti resterà affianco.

È difficile per ogni professione, ma essere un graphic designer significa lavorare come creativo, e condividere con il mondo i tuoi meriti artistici, e a volte può essere scoraggiante e faticoso. Avere al proprio fianco una persona dalla personalità tossica rallenterà la tua crescita. Avrai invece bisogno di assistenza e di gente che migliorerà il tuo lavoro.

E quando ci sarai riuscito, vedrai che tutto il tuo lavoro diventerà quantomeno più semplice.

Se vuoi conoscere tutti i segreti del graphic design, iscriviti ai corsi della Romeur Academy!