Sei bloccato su un foglio bianco? Prova a seguire questi suggerimenti per trovare l’ispirazione per il design del tuo logo!

Hai appena ricevuto un nuovo brief dal cliente, e ora sei seduto alla scrivania in attesa che si palesi l’ispirazione. Ma davvero ti aspetti che il design del logo si materializzi ben definito e completo nella tua testa? Credimi, c’è il rischio di aspettare a lungo..

Tocca a te cercare l’ispirazione per il design del logo. Se lasci scontrare delle idee nel tuo cervello, a poco a poco esse si fonderanno nel logo che stai cercando. Il trucco? Sapere dove cercare l’ispirazione, in primo luogo.

Comincia a gettare la tua rete in lungo e in largo. Non fermarti troppo a guardare i 20 migliori loghi mai creati, o ti ritroverai con qualcosa di troppo derivativo in mano. Ovviamente, guarda quello che fanno gli altri, ma spingiti oltre, in fase di progettazione, in generale. Ogni volta che vedi qualcosa che si distingue o richiama la tua attenzione, per qualsiasi motivo, fallo tuo. lasciati influenzare nel progetto di ideazione in modo da far evolvere il tuo logo.

Ti elenco di seguito alcuni suggerimenti per cercare l’ispirazione per il design, ma ricorda che non potrà mai essere un elenco esaustivo, perché l’ispirazione può arrivare da qualsiasi cosa.

Come trovare ispirazione per il Design di un Logo

01. I siti Web di Design

Quelli ovvi sono siti come Logo Gala e Logo Moose, ma se sei un designer a tempo pieno, ti saranno già familiari. Amplia la tua ricerca per includere siti di graphic design, arte e design in generale, come Dribbble o Deviant Art. Esplora a fondo quei siti che non hai mai visitati, e affina la tua ricerca per creare il logo sulla base di valori come branding, aspirazioni e dimensioni.

02. Studia la storia del tuo cliente

Scopri tutti i vari loghi che il tuo cliente ha realizzato, da quando la sua azienda è stata fondata. Può essere interessante, se hanno una tradizione pluridecennale. Puoi concentrarti nel riferirti al passato, se desideri riposizionare il logo nuovo come parte di una eredità dell’azienda, oppure rivoluzionare il logo originale portando novità e freschezza. In questo modo incorpori una continuità, anche presentando qualcosa di nuovo.

L’artwork di certe opere può essere grande fonte di ispirazione. Leggi qui!

03. Esplorare il futuro del tuo cliente

Discuti con il cliente i suoi piani per il futuro – quello che prevedono di fare per i prossimi 12 mesi o nei prossimi cinque anni. Ci sono cambiamenti di direzione, o nascono nuovi prodotti che potrebbero avere un’incidenza sul logo che stai progettando. È necessario che il logo sia a prova di futuro perché le imprese cambiano nel corso del tempo.

04. Telefona ad un amico

Mentre ha perfettamente senso ottenere quante più informazioni possibili da parte del cliente, a volte non c’è niente di meglio di avere un paio di occhi in più. Se hai lavorato ad una idea, falla vedere ad un’amico che non è collegato minimamente al progetto, e fatti dire cosa ne pensa. Spesso le opinioni altrui sono tutto quello di cui hai bisogno per accendere l’immaginazione.

05. Mood Boards e schemi mentali

Questi tipi di strumenti possono aiutare a raddrizzare i tuoi pensieri e mixare le immagini e le idee diverse. Gioca con le parole chiave e sinonimi e raccogliere una moltitudine di ispirazioni provenienti da fonti diverse in un unico mood board, per vedere come si combinano.

06. Scandaglia i tuoi archivi

Si presuppone che ogni logo che si rispetti arrivi dopo diversi schizzi, prima di decidere quale sviluppare a fondo. Ma non buttare via le prime idee: esse formano una risorsa preziosa. Solo perché uno dei tuoi schizzi non ha funzionato per un cliente, non significa che non funzionerà affatto. Tornare indietro a cercare quelle che hai realizzato, potrebbe essere un segno di ispirazione che andavi cercando.

Anche il biglietto da visita richiede molta ispirazione. Come? Prova a leggere qui.

07. Bombarda il tuo cervello di immagini casuali

Scorri Google Immagini e Pinterest su soggetti collegati o indipendenti. Aggiungi i risultati al tuo mood board. Scegli un colore qui, una forma lì, una parola, un carattere, e poi osserva come potrebbero funzionare insieme.

08. Resta ricettivo

Alla fine della giornata, l’ispirazione può colpire ovunque, in qualsiasi momento. Sii ricettivo alle idee che fluiscono attraverso la tua mente. Appuntati qualcosa come viene a voi e poi rivisitala in un secondo momento per vedere come potrebbe funzionare entro i parametri del tuo progetto. In queste prime fasi del processo di progettazione è necessario dare libero sfogo alla creatività. Fatti venire in mente un sacco di idee con le quali lavorare e poi prendi gli elementi migliori di ogni idea e scarta il resto.

09. Fare qualcosa di diverso

Se hai provato di tutto e l’ispirazione non sta arrivando, non provare a forzarla. Prenditi una pausa e lascia che il tuo cervello si spinga avanti con altre cose. Vai a vedere un film, gioca con alcuni video giochi, cucina un buon pasto o semplicemente fai un bel pisolino; è incredibile come solo allontanarsi dal problema a portata di mano e pensare a qualcosa di diverso può portare a un improvviso lampo del giuso tipo di ispirazione.

Come ho detto all’inizio di questo articolo, non ha senso restare in attesa di ispirazione. Quanto più la cerchi fuori, più facile la troverai. Riuscirai a sviluppare un occhio per ciò che funziona e ciò che non funziona, e come è possibile applicare questa conoscenza ai tuoi progetti futuri.

Quando si tratta di ispirazione, è tutta lì fuori. Bisogna solo aiutare sé stessi.

Vuoi conoscere i segreti del graphic design? Iscriviti al corso della REA Romeur Academy!