Ultimamente se ne sente parlare spesso ma c’è ancora parecchia confusione su cosa sia il contouring del viso e quali siano i suoi reali benefici a livello estetico. Di seguito vedremo dunque di cosa si tratta e perché ormai quasi ogni celebrità ne fa uso, a partire dalla nota creatrice di tendenze Kim Kardashian.

Contouring viso: ecco a cosa serve

Ciò che ha determinato il successo di questa tecnica di make up, che di certo non è nuova ma che, come ogni altra cosa, viene riscoperta quando inizia a fare tendenza, è la sua reale efficacia. Il contouring infatti è in grado di nascondere i difetti ed esaltare le forme del viso, in modo da dare armonia ai lineamenti, senza creare l’effetto piatto.

Di base servono due fondotinta di tonalità diverse, ovviamente adatte al tuo tipo di viso, più altri strumenti come il correttore, la terra, la cipria e via discorrendo. Non è un caso se le principali case di prodotti per il trucco stanno realizzando dei kit contouring studiati ad hoc per ogni tipologia di carnagione.

Come si realizza il contouring viso?

Non ti mentiremo: realizzare un contouring fatto come si deve non è certo una cosa facile e richiede molta pratica. Assumendo però che tu disponga già di un kit adatto, e che ti sia un po’ informata con qualche tutorial online, di seguito ti elencheremo i contouring più adatti in base alla tipologia di viso con semplici linee guida su come realizzarli.

Viso Tondo: Se possiedi un viso tondo la prima cosa da fare è applicare l’illuminante sul mento e sulla parte superiore degli zigomi. Ora puoi procedere con le zone scure, partendo dalle guance e sfumando gradualmente verso i lati del viso. Completa il tutto con un leggero blush.

Viso Squadrato: Si comincia con la terra, su mascella e parte più esterna della fronte. Poi è la volta dell’ illuminante che andrà a coprire il mento ed il centro della fronte. Aggiungi il blush sulle guance e sfuma il tutto con piccoli movimenti circolari.

Viso Ovale: Per questa tipologia di viso è bene cominciare scurendo con la terra la fronte, gli zigomi e la mascella. Occhio però a non avvicinarti troppo a naso e bocca! Con il blush ora traccia una linea orizzontale fino al centro del viso. L’illuminante invece deve essere molto leggero, non perlato.